Accesso Utenti

Testimonianze

Mi mancava l'amore di Gesù. Testimonianza della sorella Tanina

 Sono una donna di 57 anni sposata e con 4 figli. Voglio fare questa testimonianza per esprimere l'amore e la gloria di Gesù Cristo, e di quanto Lui è buono e misericordioso con i figli suoi e con coloro che confidano in Lui.
Circa 25 anni fa i miei genitori si sono convertiti tramite mia zia, la sorella di mio padre. Lei veniva anche a casa mia a portare la parola di Gesù Cristo, a me piaceva tanto ascoltarla; quelle parole mi entravano nel cuore, forse perchè io amavo Gesù anche se a modo mio, però quando lei mi parlava io mi sentivo diversa; mi aveva regalato una Bibbia, mi ha anche invitato alle riunioni di preghiera che si tenevano in casa di mia madre o di un'altra sorella, il Signore stava operando grandemente nella mia vita.

Però un giorno mio marito ha saputo tutto ciò e mi ha proibito di andarci, minacciandomi di mandarmi via di casa, proibendo a mia zia di venirci a trovare, perchè diceva che lui era cattolico  e voleva rimanere tale; però non andava in chiesa nemmeno per i matrimoni, diceva che si seccava. Purtroppo non ci sono più potuta andare anche perchè mi è nata la più piccola dei miei figli, allora avevo 35 anni. La mia vita scorreva monotona perchè mio marito non amava la compagnia né dei suoi parenti né dei miei , così eravamo quasi sempre soli. Ma a me mancava qualcosa, mi mancava quell'amore di Gesù Cristo che avevo conosciuto, lo pregavo chiedendomi di poter cambiare mio marito, di darmi l'opportunità di andare in una chiesa evangelicae di non essere sottomessa a lui che si comportava da padre e padrone con me e con i miei figli. Solo la pace e l'amore di Gesù può farci stare bene, perchè Gesù è la luce della nostra vita e finché camminiamo con Lui ci fa andare avanti.
Circa 3 anni fa mi è successa una cosa dolorosa, a mio padre gli hanno diagnosticato un tumore ai polmoni, per me è stato un duro colpo, io amavo tanto mio padre, un uomo meraviglioso e buonocce aiutava e aveva pietà di tutti: purtroppo dopo 3 mesi morì, il Signore lo aveva preso con sé, ma con la sua morte mi ha lasciato un dolore e un vuoto incolmabile. Lo stesso giorno della morte di mio padre siamo venuti a sapere che anche il fratello di mio marito aveva lo stesso male di mio padre,e il dolore e il vuoto che avevo è aumentato ancora di più. Allora ho pregato il Signore di darmi la forza di dire a mio marito che volevo andare in chiesa e lui, stranamente, ha acconsentito senza dire una parola, forse perchè mi vedeva soffrire. Penso che il Signore stava già operando a casa mia. Così ho ripreso ad andare in chiesa e pian piano Gesù mi ha dato pace, serenità e quell'amore che mi riempiva il cuore di quel vuoto che mi aveva lasciato la morte di mio padre. E così ho donato il mio cuore a Gesù, e mi sono convertita. Il Signore ha fatto tanto nella mia casa e nella mia famiglia, perchè dopo 5 mesi si è convertito anche mio marito: l'amore di Dio si manifesta in noi perchè Dio ci ama. Questo è qualcosa che puoi sentire e vedere nella bellezza del mondo che Egli ci ha dato. Dobbiamo solo guardare intorno a noi, vedere lo splendore e sentire l'amore di Dio! Se osserviamo il mondo sappiamo che Dio ci ama! Ma purtroppo il nemico quando vede che siamo così in sintonia col Signore cerca di distoglierci, così l'anno scorso facendo degli accertamenti mi hanno riscontrato delle cellule anomale al collo dell'utero e il dottore mi ha consigliato una coonizzazione per non far progredire il calcinoma perchè già era al 2°grado. Però il Signore non lascia mai i suoi figli indifesi e ancora una volta ha operato nella mia vita. Se non credessimo che Dio ci ama dovremmo solo guardare intorno a noi ed osservare le sue benedizioni:questa preziosa vita,questo meraviglioso mondo in cui viviamo. Cosa potrebbe fare e dirci di più? Egli sapeva perchè! Perchè lo fece così solo per noi! Perchè Dio ci ama con un amore immenso che solo Lui può darci. Spero tanto che questa mia testimonianza possa toccare i cuori di chi la leggerà tanto da accettare Gesù che vive in noi e desidera entrare nei nostri cuori.
Vi auguro la pace del Signore e vi benedico nel Nome di Gesù, il Figliuolo di Dio.

  
 

 

  • 0 Catania 29-30 giugno 2012 (025)
  • Catania 29-30 giugno 2012 (3 4)
  • Catania 29-30 giugno 2012 (5)
  • Catania 29-30 giugno 2012 (8)
  • Catania 29-30 giugno 2012 (9)